Riqualificazione spazi pubblici

La Fondazione Riccardo Catella tra il 2010 ed il 2011, con il supporto dell’Arch. Andres Kipar e dello Studio LAND, ha concentrato la propria attenzione sul tema della progettazione del paesaggio urbano e degli spazi pubblici con l’obiettivo di sviluppare un format per riqualificazioni “a livello di quartiere” replicabile in diverse aree della città in una prospettiva di continuità nel tempo.

OBIETTIVI DEL PROGETTO

IDENTIFICAZIONE DELLE AREE

VIA BORSIERI

PIAZZALE ARCHINTO

OBIETTIVI DEL PROGETTO

  • valorizzare i temi della vivibilità urbana, dell’innovazione e della sostenibilità nell’ambito della progettazione del paesaggio urbano e degli spazi pubblici;
  • sviluppare la fase progettuale “dal basso” coinvolgendo i cittadini con l’intento di rispondere alle loro esigenze-problematiche e prevedere una fruizione innovativa e reale del territorio urbano;
  • favorire una sinergia pubblico – privato nella progettazione, attuazione e successiva gestione per valorizzare gli spazi pubblici;
  • favorire la diffusione di un senso civico che porti alla condivisione ed alla manutenzione degli spazi pubblici della città da parte dei cittadini. La Fondazione parte dalla convinzione che quando un luogo é riqualificato secondo scelte che sono suggerite “dal basso”, si stimola nella gente il desiderio di rispettarlo e di tenerlo in un buono stato di manutenzione.

Torna su

IDENTIFICAZIONE DELLE AREE

La Fondazione Riccardo Catella ha scelto di declinare concretamente gli obiettivi sopra elencati nell’ambito di due interventi di riqualificazione all’interno del quartiere Isola che risolvano in chiave innovativa criticità legate alla vivibilità dell’area, emerse dal confronto diretto con gli abitanti, delle associazioni e dei commercianti che la Fondazione porta avanti da anni, per favorire il miglioramento della qualità urbana. La scelta del quartiere Isola si inserisce in un percorso di valorizzazione che la Fondazione, grazie al supporto dei propri soci fondatori e di sostenitori, ha ad oggi promosso attraverso l’attuazione di una serie di iniziative:

  • la ristrutturazione dell’edificio che oggi ospita la sede della Fondazione - 2007;
  • l’installazione di alcuni giochi accessibili anche a bambini disabili facenti parte del progetto “Il Parco dei Diritti dei Bambini” nel giardino pubblico di via De Castillia 28 – 2008;
  • la ricollocazione del Monumento ai caduti dell’Isola di C. Ramous in Piazzale Segrino con il ripristino dell’area verde dove è stato collocato, su richiesta degli abitanti del quartiere Isola e in collaborazione con il Comune di Milano, il Consiglio di Zona 9 e le associazioni locali – 2009;

I due interventi realizzati tra il 2010 e il 2011 rientrano anche nel Programma di interventi per lo sviluppo del Distretto Urbano del Commercio Isola (DUC Isola) promosso dal Comune di Milano ed una serie di partners, tra i quali la Fondazione Riccardo Catella.

In questo contesto, la Fondazione, facendo seguito all’intervento di riqualificazione condiviso dal basso già realizzato nel 2009 (la ricollocazione del monumento ai caduti in P.le Segrino e la sistemazione dell’area verde che lo ha accolto) ha svolto un’attività di ascolto e confronto con il quartiere Isola: gli abitanti, i commercianti, le associazioni, il Consiglio di Zona, al fine di identificare le aree pubbliche che potessero essere oggetto di un intervento di riqualificazione che risolvesse criticità legate alla vivibilità dell’area e migliorasse la fruibilità degli spazi pubblici da parte dei cittadini. Due sono le aree identificate come prioritarie dai cittadini e dai commercianti dell’Isola nell’ambito di un intervento di riqualificazione del quartiere: via Borsieri, asse principale del quartiere, e Piazzale Archinto.

Torna su

VIA BORSIERI

Per quanto concerne la riqualificazione di via Borsieri, la Fondazione ha svolto un importante ruolo di coordinamento, regia ed interfaccia sul territorio nell’ambito della progettazione e successiva attuazione dell’intervento, che è stato realizzato tra aprile e maggio 2011 ad opera del Comune. L’intervento in Via Borsieri ha previsto il rifacimento della pavimentazione dei marciapiedi con materiale lapideo, la predisposizione del sistema di irrigazione e la piantumazione delle aiuole e il ripristino dei dissuasori. Inoltre, nell’ambito della realizzazione del progetto, sono state anche definite le linee guida relative alla scelta degli elementi di arredo per i commercianti, che contribuiscono alla qualificazione estetica della via.

Torna su

PIAZZALE ARCHINTO

Oltre al ruolo di regia ed interfaccia con il territorio in fase di progettazione a supporto dell’amministrazione svolto nell’ambito della riqualificazione di Via Borsieri, la Fondazione ha coordinato la messa a punto di un progetto per la riqualificazione di Piazzale Archinto che risolve in chiave innovativa le criticità legate alla vivibilità dell’area in termini di maggior sicurezza, decoro e possibilità di una fruizione attiva da parte dei cittadini (sia famiglie con bambini alla luce della presenza di una scuola elementare accanto alla piazza, sia i numerosi anziani che vivono negli edifici affacciati sulla piazza, sia gli avventori degli esercizi pubblici che accedono sulla piazza).

Questo intervento è un esempio di sinergia tra pubblico e privato attuata grazie all’azione svolta dalla FRC che:

  1. ha identificato l’area e le criticità da risolvere grazie all’attività di ascolto del quartiere;
  2. ha sviluppato il progetto con il supporto dello Studio Land, tenendo conto delle criticità da risolvere e continuando ad interfacciarsi con il quartiere per condividere la proposta progettuale;
  3. si è coordinata con i Settori tecnici del Comune nella fase di progettazione per rispettare i vincoli legati alla successiva manutenzione dell’area e concordando la predisposizione iniziale delle aree oggetto dell’intervento ad opera del Comune;
  4. ha trovato Partners tecnici disponibili a partecipare all’attuazione dell’intervento: Peverelli per il verde, Giochisport, Modo e Legnolandia per gli arredi e l’Ing. Giuseppe Amaro per la direzione lavori e il coordinamento sicurezza.

L'intervento è stato concluso a inizio dicembre ed inaugurato il 14 dicembre 2011.

 

Con questi interventi concreti, messi a punto e sviluppati con l’aiuto degli abitanti, dei commercianti, delle associazioni di quartiere e con un grande coinvolgimento operativo dei settori tecnici della pubblica amministrazione, la FRC mira anche a diffondere negli abitanti un impegno civico a mantenere questi luoghi riqualificati in buone condizioni anche nel lungo termine, disincentivando l’abbandono e il vandalismo, nel rispetto del lavoro svolto in sinergia per attuare la riqualificazione. La FRC è infatti convinta che sia necessario sviluppare un modello di intervento sul territorio condiviso da basso in fase di progettazione per innescare un processo di successiva cura dell’area da parte della popolazione coinvolta, in una prospettiva allargata di “paesaggio urbano sociale”.

Torna su

Ok

IMPORTANTI INFORMAZIONI SUI COOKIES
Questo sito web utilizza cookies per rendere migliore l'esperienza di navigazione. Questi ultimi sono piccoli file di testo che sono depositati sul computer dell'utente quando visita una pagina web. Il presente sito web utilizza cookie differenti a seconda dei singoli obiettivi: cookie di sessione, cookie permanenti o traccianti, cookie di prime parti, cookie di terze parti. Vi avvisiamo che, nel caso in cui decideste di continuare a navigare sul presente sito web (ad esempio, accedendo a un'altra area del sito o selezionando un'immagine o un link), acconsentite all'utilizzo di cookies.